world food day 2013

una giornata ormai celebrata da oltre 30 anni (leggi il post dell’anno scorso) che però negli ultimi anni il foco è sempre di più su la questione dell’educazione alimentare per sanare la gravissima questione della fame. una piaga sempre più gigante e incontrolabile.
un fattore che ci fa pensare e riffletere.
ma lo fa veramente?
ok non vorrei entrare in paragrafo polemico, però, io credo di no. il quanto chi ha le risorce e possibilità di poter averre accesso ad una sana educazione alimentare, sono quelli invece che si comportano peggio. purtroppo.
per inumeri ragione. accettabile e non.
togliamo la parole alimentare dell’ecquazione e lasciamo solo educazione.
quella base fondamentale dell’essere umano.
credo seriamente che prima di riffletere all’educazione alimentare dobbiamo tutti, all over the word, fare il punto della situazione riguardo il notro atteggiamento. un auto riflessione. non fa mai male. pensate…un piccolo, per più piccolo che sia…come gesto, può fare una gigantesca differenza. nel nostro umile e frenetico quotidiano. immaginiamo se ogn’uno di noi facessi questo, cosa potrebbe accadere?! l’educazione alimentare sarebbe soltanto una bellissima conseguenza di tanti bei gesti. è una catena di atto e fatto.
cerchiamo di pensare che quello che vogliamo di meglio per noi deve essere anche quello per gli altri.
ovviamente io non avrei minimamente la pretese di sanare la fame nel mondo. quello è un compito che va oltre le nostre capacità. lasciamo ai politici e gli enti di competenza. ma ricordiamoci che esistono tantissime malatie a causa dei disturbi e/o mancanza del cibo, rapporti malati, fobie.
ma pensiamo sempre nel nostro piccolo. che di piccolo in piccolo la cosa diventa grande, enorme, gigante…
dal gesto umano al proteggere il nostro ambiente. le nostre risorce. le nostre fonte di “vitamine”.
intanto io vi propongo un esercizio:
“un pensiero positivo ogni ora del giorno”
credetemi non è semplice. ma un esercizio bellissimo e molto salutare. ci renderà più umile e con occhio più attenti verso il mondo esterno dal nostro ombelico.
inoltre, come ambasciatrice di Food Revolution, non parliamo solo del mangiare salutare, ma come mangiare bene. siamo sempre in ricerca del conubbio perfetto. non ci stancheremo mai.

per riferimenti : worldfooddayusa.org


it has been over 30 yers since this date is celebrated (see post from last year). however in the last recent years the main focous is about food hunger. a plage beyond control. it is so serious how it has gone out of control.
a fact that makes us reflect.
does it really?
i don’t wan to get polemic, however, i sencirely do not think we do. with all the resource and possibility that quite a few of us have access to a healthy food education. instead those are the people that behave wrongly. for many reason.
right or wrong. acceptable or not.
let’s take food out of this equasion and leave only education.
that fundamentaly important base for human beings.
i strongly believe that before we reflect about food education, we should, all of us, all over the world, get to the point of a specific situation: our ownselves. a self reflection. it can do no harm. think about it…a little, as little as it can be, a simple gesture can make a gigantic difference.. in our humble and frenectic daily life. immagine if each one of us made such gesture, what could it happen?! food education would simply be a positive consequence of many kind gestures. a chain on facts and attitudes.
let’s try to think that all the best we wish for ourselves is actually what we wish for others too.
let me clarify here that i have no pretenses of saving world hunger. thats a homework for the “bigs” that goes beyond our capacities. let’s leave it for polititians and organizations. but let’s not forget that there are many health problems, disturbs related to food or not access to food, phobias, bad relationship with food.
but let’s get back to our ownselves. that little by little this can become bigm huge, humangus…from human gestures to protecting our environment.
i shall leave you with a small exercise:
“one positive thought every hour of the day”
believe me it is not a easy as it seems. but it’s a awesome and healthy exercise for the mind and soul. it will leave you with a lighter feeling (humbler) and with eyes more open towards others rather than our own belly-button!
furthermore, as Food Revolution Ambassador, we don’t only speak about healthy food but more importantly on how to eat well. we are constantly searching for the perfect mix. we will never surrender.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...