…è giocando che s’impara

una delle forme più significative di apprendimento avviene attraverso l’attività ludica che coniuga impegno cognitivo e fisico, attenzione e coinvolgimento, partecipazione e intuizione nello sviluppo e soluzione dei problemi. il gioco può rappresentare la base di un processo di apprendimento informale molto utile alle dinamiche di insegamento infantile (e non).
secondo Huizinga, gioco è libertà.
è libertà nel senso che esorbita dal processo puramente naturale, ci si avvicina al gioco perché se ne prova piacere e questo diletto rappresenta la base stessa della libertà almeno nel bambino.

ed ecco dove io sostengo questa teoria!
il voler educare i bambini ad avere piacere verso il cibo, nel mangiare bene, capire meglio a cosa servono gli alimenti e quali siano buoni e perchè…si effettivamente un lavorone. ma non impossibile.
giocando!
non ci certo quando si è a tavola!
a tavola si mangia!
si mangia quello che abbiamo imparato il perchè sia buono mangiare!

ormai è un argomento difuso. senza confine! si parla globalmente! si difende che dobbiamo educare, o rieducare l’alimentazione ai nostri bambini, alle future generazioni.

mangia che ti fa bene bimbo ed io, Marcela, come persona e Foodsitter prendo la briga insieme a tutti che condividono questa causa!
educare.
insegnare e giocare!
stay tuned perchè molto presto porterò grande novità sull’argomento!

Annunci

One thought on “…è giocando che s’impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...