le abitudini e le loro conseguenze…per riflettere.

come dicevo nel post precedente, il mondo è cambiato. le abitudini anche.
è un argomento più tosto delicato se dobbiamo dire la verità. perchè purtroppo i cambiamenti non sono stati per il meglio. discussioni su discussi. dibattito su dibattito. da medici a psicologi…forse anche educatori.
il problema nasce e continua a rimanere su grand parti dei fattori esterni imposti dal mondo marketing/media.
e questo dichiaro che sia una opinione mia. ma non credo di pensarla da sola.
oggi leggevo questo articolo su la giornata contro l’obesità infantile (28/ottobre/2011) che vi aggiungo il link alla fine del post. una dichiarazione dell’onorevole ministro della salute italiana, Fazio, dove dichiara: “Roma, 27 ott. (Adnkronos Salute) – Bambini italiani troppo grassi. Uno su tre è obeso e sovrappeso. Colpa di abitudini alimentari sbagliate e della sedentarietà. “Il 38% dei nostri bambini passa più di 3 ore davanti alla televisione o i videogiochi”, spiega il ministro della Salute Ferruccio Fazio, che torna sull’allarme obesità sottolineando la preoccupazione per le giovani generazioni”
io devo dire che non sono al cento per cento d’accordo con l’onorevole ministro.
si è vero che i bambini a giorno d’oggi passa fin troppo tempo davanti alla televisione e/o i videogiochi. però la scarsa attività fisica (come continua nella sua dichiarazione nell’articolo) non credo sia del tutto giustificata come colpa.
io vedo i bambini a scuola da me che nella recreazione sono sempre a giocare a pallone oltre ad avere al meno una attività fisica extracurriculare, che sia il judo, il calcio, il nuoto.
e dico di più non tutti quelli che pratticano sono magri, così per dire! non di certo obesi.
tutto per dire che il mio non essere totalmente d’accordo con l’onorevole min. Fazio è perchè credo che la colpa sia sopratutto delle sbagliate abitudini alimentari.
sappiamo tutti quanti piace ai bambini tutte le merendine indrustriale però sappiamo anche il quanto non sono salutarissime! meglio un bella porzione di latte e cereali per merenda!
qui si aprono diversi argomenti che discutteremo più avanti.
comunque la fine dell’articolo è anche molto interessante…”Come fare? “Con un’azione in gran parte fatta in collaborazione con il ministero della Pubblica istruzione. Quindi, educazione nelle scuole, inserimento nei programmi scolastici dell’insegnamento di elementi di sana alimentazione…”.
noi nella nostra scuola mettiamo già in pratica!
ma ora quello che vi propongo è…perchè non portare alla luce alle famiglie anche fuori dalle scuole?
tra mamme, tra amiche condividendo informazioni favorevole ad una sana alimentazione.
io qua cercherò il mio meglio per interagire, informare, condividere con tutti voi!  🙂

segue il link dell’articolo: http://www.automedicazione.it/default.aspx?idpage=7997&idNews=28446&regCode

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...